Strage di Barcellona, dai accendiamo la lampadina agli altri Imam…

Strage di Barcellona, riflessione.

Stasera mentre sentivo il servizio del tg in cui si parlava del ruolo dell’Imam che, a detta delle mamme dei giovani attentatori, “avrebbe plagiato la giovane mente dei nostri figli fomentando l’odio verso la cultura occidentale” – parole interamente riprese dall’intervista –, ho fatto una breve riflessione che ho pensato di condividere con voi.

Nell’analizzare il ruolo dell’Imam (la cui radice lessicale indica lo “stare davanti” e, quindi, “essere guida) che, sempre più spesso risulta essere l’ideatore ed il mandante spirituale di questi continui atti terroristici, c’è da capire come gli sia facile plagiare la mente di giovani musulmani, magari senza ne arte ne parte, che già di per se credono fortemente in una religione abbastanza ostica per l’occidente.

Bisogna però focalizzarsi sulle emozioni che potrebbero generarsi nel cervello umano ascoltando tali notizie.

Sono certo che la sensibilità di tutti noi “normali” occidentali ci porti a provare un profondo senso di sdegno e ci faccia rabbrividire al solo pensiero che qualcuno possa plagiare le menti di certe persone per fargliene uccidere altre, ma quella stessa notizia cosa può generare nella testa di estremisti musulmani carichi di odio nei nostri confronti?

Potrebbe essere che li esalti ancor di più spingendoli ad emulare le gesta di chi l’ha già fatto?

E se fosse così?

Io stasera davanti la tv ho visto il mio pensiero e come un flash l’immagine di un “Imam estremista” a cui in quel momento si accendeva la lampadina e, nell’esultare per le azioni appena commesse in Spagna, a sua volta ha pensato: “devo farlo anche io, Allahu akbar”..!

È vero è solo un mio pensiero durato meno di un secondo, ma…

Certo gli organi di informazione devono fare il loro lavoro…però, forse, e ancor di più se di livello nazionale, dovrebbero pensare anche a queste cose che per qualcuno possono essere considerate sottigliezze mentre qualcun altro può percepirle come “scintille ispiratrici”.

 

N.B. Questo post non vuole essere una sollecitazione al razzismo e all’odio nei confronti di tutti i musulmani e dei loro imam perché sono consapevole che la maggior parte di loro sono esseri umani che vivono e lavorano degnamente. È semplicemente una breve riflessione condivisa con i lettori di questo blog!

 

N.B. Ai sensi della legge sul diritto d’autore (L. 22 aprile 1942 n. 633) si fa espresso divieto di riproduzione dei contenuti del presente articolo da parte di terzi senza citarne la fonte espressamente. Per le riproduzioni on-line inserire il link di questo post.

Lascia un commento