Si voterà ad ottobre e se la giocherà il Movimento con Renzusconi

Si voterà ad ottobre e se la giocherà il Movimento con Renzusconi

Si queste sono le indiscrezioni che arrivano dai ben informati ambienti della culla della politica italiana.

Ma in tv non lo dicono chiaramente. Ce ne danno di tanto in tanto piccoli accenni.

Ormai i politici che contano stanno scrivendo la trama della commedia politica che dovrà essere divulgata di volta in volta a piccole dosi attraverso i media nazionali.

E noi cittadini che alla sera ascoltiamo i tg e i programmi politici per capirci qualcosa siamo davvero patetici. Cerchiamo di approfondire per farci un’idea, magari da rappresentare in giro, davanti al bar in un dibattito con gli amici per darci qualche aria, ma non abbiamo capito nulla!

La verità è che siamo solo ovini…c’è il pastore che delinea l’andatura e noi stupidamente, belando, la seguiamo.

Ma non sto scoprendo l’acqua calda; questa cosa si sa da tanto tempo, ma sembra che a noi piaccia accomunarci allo struzzo o alla pecora.

Dicevo che a ottobre si voterà. E la domanda sorge spontanea: quali potranno essere le coalizioni che se la giocheranno?

Io penso che alla fine la squadra Renzi- Berlusconi si concretizzerà sempre più. La motivazione? Non solo per pura opportunità politica delle due fazioni (che si sentono minacciate dal Movimento) ma perché la politica italiana deve continuare ad essere un teatrino; deve continuare a suscitare stupore…per andare avanti deve continuare ad alimentare le discussioni del popolino!

Altro che meritocrazia. Altro che ideali. … Sono stupidaggini per chi, come me, per se stesso e per i propri figli, continua a sognare e sperare in un’Italia migliore.

La sensazione che col passare del tempo provo sempre più è che non ci si può salvare.

No, da questa organizzazione a delinquere davvero non si può!

E il problema non si ripercuote solo a livello nazionale. Anche “nei territoti” (affermazione usata dagli occupanti delle stanze del potere romano per indicare le province, quasi a voler essere razzisti) le cose vanno allo stesso modo.

Infatti fate caso allo spessore delle candidature parlamentari che si prospettano all’orizzonte.

Chi viene proposto?

Persone che non sanno neanche parlare. Persone che, pur avendo avuto importanti opportunità (rivestendo nel recente passato ruoli di prim’ordine), non hanno fatto nulla di buono per i cittadini (precedentemente sfruttati per raggiungere quei posti) della propria area geografica. Persone che hanno pensato solo a se stesse, accumulando grandi ricchezze e acquistando palazzi interi in note località marine e in grandi città del nord Italia. Persone che usufruiscono dei servizi dei più costosi lidi balneari senza sborsare neanche un centesimo, perché nei periodi d’oro sono state “generose”..!

E allora cari amici, cari concittadini, cari italiani cerchiamo di non continuare ad essere pecore e impegniamoci per evitare che questi individui possano proseguire a fregarci e a speculare sul futuro nostro e di chi verrà.

Lascia un commento