Se potessi decidere diresti si o no al Governo M5S-PD? Guarda il sondaggio!

Solo qualche giorno fa ho pubblicato un post riportante l’intervista di Gianroberto Casaleggio che quando era in vita esprimeva la sua contrarietà ad una possibile alleanza del movimento da lui fondato con il partito democratico.

Diceva senza mezzi termini che se fosse accaduta una cosa del genere avrebbe lasciato la sua creatura. 

Oggi continuiamo ad avere la maggior parte dei cittadini contrari a questo tentativo di formazione di Governo che il Premier incaricato Giuseppe Conte, forse non percependo la volontà del Paese, con tutte le sue forze e le sue capacita di mediazione sta provando a creare.

Addirittura un autorevole esponente del M5S e Parlamentare della Repubblica Italiana, Gianluigi Paragone, ieri 30/08/2019 ha creato sulla sua pagina Facebook un sondaggio dal titolo: “SE POTESSI VOTARE SULLA PIATTAFORMA ROUSSEAU, VOTERESTI SÌ O NO AL GOVERNO CON IL PD?”.

Dopo solo un giorno riporta la bellezza di oltre 80.000 voti con una percentuale di no pari al 69% e, conseguentemente, di si pari al 31%!

APPROFITTA ANCHE TU DI QUESTA STRAORDINARIA OPPORTUNITÀ

Gianluigi è da tantissimo tempo che milita nel movimento. Ricordo le sue trasmissioni che erano sempre tese alla promozione del M5S.

Di conseguenza è lecito pensare che i seguaci della sua pagina FB siano per lo più simpatizzanti del M5S e, di conseguenza, che lo sia anche chi ha risposto al sondaggio.

Da questo esperimento e dai centinaia di migliaia di commenti e post sui maggiori social network, oltre che dal feedback facilmente riscontrabile per le strade, appare davvero evidente che il popolo 5 stelle sia contrario a questa “fusione”.

Allora perché i Vertici sembrano continuare imperterriti su questa strada?

E’ giusto indire una consultazione su Rousseau come più volte scritto sul blog delle stelle, ma apparirà davvero strano un risultato che dovesse essere contrario al conclamato e maggioritario sentimento comune del popolo M5S.

Un politico deve sempre rispettare le indicazioni dei cittadini.

Lascia un commento