Riqualificazione centro città, ecco l’Agorà di Cassino

Cassino è la città più importante della provincia di Frosinone e, quindi, del basso Lazio.

Essa è sede dell’Abbazia di Montecassino, del Tribunale della Repubblica, dell’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale (con le facoltà di Ingegneria, Giurisprudenza, Economia, Lettere e Filosofia, Scienze Motorie) e nelle immediate vicinanze sorge lo Stabilimento FIAT che con il proprio indotto conta numerose unità economiche nel comparto metallurgico, meccanico ed elettronico con la presenza di diverse multinazionali.

A Cassino, inoltre, è presente il Consorzio di Sviluppo del Lazio Meridionale, Ente pubblico economico fondato nel 1994.

La città ospita numerosi istituti di istruzione superiore, tra cui: licei, ITS, IPS e l’IeFP dell’Agenzia Provinciale Frosinone Formazione.

La città è anche sede del Distretto Sanitario D che dispone del nuovo complesso ospedaliero S. Scolastica recentemente inaugurato e di numerose strutture private, tra cui una sede S. Raffaele (Tosinvest Sanità Spa). È piuttosto rilevante anche il settore cartario.

Cassino gode di un’ottima raggiungibilità poiché è servita dalla A1 Roma-Napoli, SS Avezzano-Formia, stazione FFSS.

Viste le peculiarità precedentemente esposte noi siamo certi che il centro cittadino, come le periferie (vedi riqualificazione delle periferie), debba reggere il confronto con altre città di pari o maggiore importanza.

I nostri cittadini e chi viene da fuori quando entrano in centro non devono essere costretti a fare i conti con strade piene di buche (vedi video ironico partita a golf), marciapiedi dissestati e sensi unici inutili e dannosi per la buona circolazione!

La riqualificazione del centro cittadino è uno dei punti programmatici che inizieremo alla fine del primo anno di mandato e che porteremo a compimento entro la metà della legislatura.

Nello specifico saranno effettuati prioritariamente i seguenti interventi di rifacimento manto stradale e dei marciapiedi:

  • Marciapiedi nel tratto di via Verdi che va da via Leopardi a Corso della Repubblica;
  • Rifacimento manto stradale delle vie Beccaria, Lombroso e Savastano;
  • Rifacimento del tratto di marciapiedi di via Enrico de Nicola che va dalle 3 pompe fino alla rotonda di Fella;
  • Rifacimento marciapiedi delle vie Di Biasio (tratto San RaffaeleàUniversità Ingegneria), via Bonomi (tratto incrocio con «fossa dei serpenti» à San Raffaele), Varrone e Toti;
  • Eventuali altre strade segnalate dai cittadini.

Ulteriore impegno sarà direzionato verso la riqualificazione di tutte le nostre piazze, valorizzandone le aree verdi in esse contenute.

Nello specifico piazza Labriola diverrà il salotto della città. Dopo l’aggiustamento del manto di calpestio (rovinatosi grazie ad una scellerata scelta di volerci portare il mercato del sabato) verranno innestate piccole arre verdi circondate da comode sedute e zone ludico ricreative.

Inoltre l’intervento sarà legato a quello di riqualificazione di piazza Diamare. In tal modo tutta l’area diverrà l’agorà della città.

Il progetto di riqualificazione di piazza Diamar ci è pervenuto dagli alunni del Liceo Artistico (classe III A indirizzo Architetture ed Ambiente) nell’ambito del concorso “la Cassino che vorrei”, da noi lanciato qualche anno fa con lo scopo di ascoltare i cittadini. 

Con questo punto programmatico intendiamo attuare tutte quelle azioni necessarie a migliorare il nostro centro città individuando un’apposita area da dedicare alla cosiddetta Agorà, cioè la “piazza principale della polis”.

Quest’area sarà adeguata su un unico livello ed interdetta al traffico. Con tale volontà si vuole iniziare un percorso più ampio che verrà realizzato la seconda parte della legislatura (vedi la proposta di Piano Urbano del Traffico).

L’idea è quella di cominciare ad offrire ai cittadini un’area della città vivibile a passo d’uomo e di bici: un salotto cittadino!

Torna al Programma

 

Lascia un commento