Protocollo d’intesa LAVORO

Cassino lunedì 09 gennaio 2016

Oggi è stato siglato il “Protocollo d’Intesa Lavoro” proposto dall’associazione AsseImprenditori. Il documento, sottoscritto da tutte le scuole di II grado, dall’Abbazia di Montecassino, dall’Ente Nazionale per il Microcredito e dall’Associazione AsseImprenditori, individua gli obiettivi da raggiungere e i compiti che i sottoscrittori dello stesso si sono impegnati a svolgere.

Lo scopo è quello di attuare “buone politiche lavorative” finalizzate all’organizzazione ed alla realizzazione di un “modello”, magari replicabile altrove, in grado di apportare positivi e concreti miglioramenti alla tragica situazione occupazionale del nostro Paese che, di fatto è rispecchiata a Cassino.

Prendendo spunto da un’idea lanciata dalla prof.ssa Roberta Di Mascio, proveniente anch’essa da esempi già applicati e funzionanti nei Paesi del nord Europa, qualche mese fa abbiamo redatto un progetto leggermente ottimizzato in grado di offrire concretamente lavoro ai giovani al termine del proprio percorso di studi.

Nel concreto il “Protocollo d’Intesa Lavoro” è uno strumento che chiama in causa la bellezza di dieci Istituzioni pubbliche e una privata che intendono collaborare per contribuire a vincere la disoccupazione giovanile che purtroppo sfocia in gravi situazioni di fragilità sociale.

Nei prossimi mesi tutti gli attori aderenti avvieranno un percorso finalizzato alla costituzione di soggetti giuridici – si guarda di buon occhio alle cooperative scolastiche – nei quali saranno assunti, in qualità di soci lavoratori, i ragazzi e le ragazze appena diplomati/e che percepiranno fin da subito uno stipendio mensile. Attraverso di esse la scuola offrirà beni e servizi a terzi tramite i quali ricaverà l’economicità necessaria al pagamento dei ragazzi. L’eventuale surplus potrà essere utilizzato a quei servizi scolastici che, come spesso sentiamo, tendono a scarseggiare per mancanza di fondi.

Contemporaneamente i rappresentanti dell’Abbazia di Montecassino metteranno a punto un importante documento chiamato “codice etico del lavoratore” essenziale per avere un corretto comportamento durante il lavoro.

Anche l’Ente Nazionale per il Microcredito, oltre a mettere a disposizione gli ormai conosciuti servizi di finanza agevolata per le PMI, supporterà l’iniziativa redigendo un apposito modello in grado di dare aiuti economici a condizioni estremamente vantaggiose a chi non ha le possibilità per intraprendere il proprio percorso di studi. 

► È doveroso ringraziare tutti i Dirigenti delle scuole di II grado di Cassino, Dom Luigi Maria Di Bussolo in rappresentanza dell’Abbazia di Montecassino e l’On. Mario Baccini per l’Ente Nazionale per il Microcredito.

«Abbiamo messo attorno ad un tavolo una squadra formata da Istituzioni pubbliche e private per ottenere risultati concreti. Adesso sta a tutti gli attori sottoscrittori e, magari a quelli che verranno, svolgere appieno il proprio compito!» 😉

Lascia un commento