Piscine in via Mandrine a S.Angelo – Cassino

Ancora una volta è doveroso documentare questi disagi che i nostri cittadini sono costretti a subire. Di seguito una segnalazione/esposto per sensibilizzare i responsabili.

 

Spett.le

Comune di Cassino

C.se attenzione

Settori competenti

Piazza Gramsci – 03043 Cassino (Fr)

E.p.c.

Commissariato Cassino
Via Ausonia Vecchia, 25 A – 03043 CASSINO (FR)
Email: comm.cassino.fr@pecps.poliziadistato.it

 

Oggetto:    Sant’Angelo in Theodice – richiesta sistemazione strade via Guado del Lupo e via Mandrine e chiusura ore notturne del piazzale antistante cimitero.

 

                Con la presente si chiedere al Comune di Cassino, nella persona del Sindaco protempore, a tutti i componenti del Consiglio Comunale ed agli altri Enti in intestazione, affinché ne possano prendere atto, la risoluzione di due gravi problemi inerenti alcune zone di Sant’Angelo in Theodice – territorio facente parte del comune di Cassino – meglio individuate dalle strade di via Mandrine, via Guado del Lupo e via Cimitero.

  1. Il primo problema è concernente la sicurezza degli utenti di via Mandrine e di Via Guado del Lupo in quanto dette strade, come è facile visualizzare dalle allegate foto n.° 1 e 2, si trovano in situazione di completo dissesto che ormai quasi ne impedisce il transito di pedoni ed autoveicoli. È da sottolineare la pericolosità di percorrenza delle strade in questione perché le numerosissime buche sono costantemente piene d’acqua a causa di un guasto della rete idrica gestita dall’Acea Ato 5.

A tal proposito si chiede al Comune di Cassino di intervenire tempestivamente al fine di prevenire probabili incidenti preservando l’incolumità dei numerosi residenti che periodicamente sono costretti a rischiare sinistri e rotture delle proprie autovetture.

  1. Il secondo problema, risentito fortemente dagli abitanti di Sant’Angelo in Theodice, è riferito alla tranquillità notturna che da ormai troppo tempo viene turbata dagli schiamazzi provenienti del piazzale antistante il camposanto che ha l’accesso da via Cimitero. Infatti ogni notte il luogo, in penombra e appartato, viene utilizzato da persone ignote per assumere sostanze stupefacenti.

Si chiede quindi al Comune di Cassino di prendere in considerazione la soluzione consigliata dai tanti residenti che consiste nell’applicazione di una catena con lucchetto all’ingresso dell’area in questione con affidamento delle chiavi al custode del cimitero.

Inoltre si chiede al Commissariato di Polizia di Cassino di voler verificare la situazione appena descritta.

Con l’occasione si comunica al Comune di Cassino che se non verranno prese in considerazione le lamentele degli abitanti di Sant’Angelo in Theodice, ed in particolare di quelli di via Mandrine e di via Guado del Lupo – e più in generale di tutta la contrada –  sopra descritte, al fine di salvaguardare i diritti di un considerevole numero di cittadini che non devono essere considerati di serie B, ci si vedrà costretti ad adire le competenti autorità giudiziarie.

Si comunica inoltre che questo documento è da considerarsi come precedente per qualsiasi incidente dovesse verificarsi in merito alle situazioni rappresentate dai punti 1 e 2.

Cassino 22 aprile 2014

Lascia un commento