No slot, no gioco d’azzardo

Stamattina abbiamo protocollato presso il Comune di Cassino un importante documento che contiene una proposta di regolamentazione del gioco d’azzardo della nostra città che è stata supportata dalla firma autentica di oltre 500 cittadini. Ora, in forza dell’articolo 64 dello Statuto, il nostro consiglio comunale entro 90 giorni dovrà discuterla.
Se sarà presa in considerazione ed attuata limiterà la presenza di sale gioco e premierà il locali “slot free”.
Siamo consapevoli che ci sono altri temi prioritari da affrontare, ma crediamo che anche questo sia un argomento su cui far accendere i riflettori perché quotidianamente molti nostri concittadini sono vittime di una malattia, la ludopatia, che spesso silenziosamente diventa il dramma di intere famiglie.

[pullquote]La proposta[/pullquote]

Il documento contiene anche la bozza di regolamento che quest’amministrazione p.t. potrebbe attuare per contribuire a limitare gli effetti negativi di questa piaga chiamato gioco d’azzardo. I punti più importanti sono:

  1. È consentita la nuova installazione di apparecchi per il gioco d’azzardo lecito, nei soli locali (sale gioco e esercizi pubblici) che si trovano ad una distanza di 500 metri (calcolati dal baricentro del luogo considerato sensibile, ovvero con un raggio di 500 metri dall’ingresso considerato come principale) da istituti scolastici di ogni ordine e grado, luoghi di culto, impianti sportivi, strutture residenziali o semi residenziali operanti in ambito sanitario, o socio sanitario, strutture ricettive per categorie protette, luoghi di aggregazione giovanile e oratori.
  2. Gli esercizi pubblici che scelgono di rimuoveregli apparecchi da gioco, quelli che non ne hanno e quelli di nuova apertura che decideranno di non installarli potranno usufruire della riduzione della TARI e dell’IMU nella misura che verrà stabilita dall’apposita manovra tariffaria.
  3. Il Consiglio Comunale si impegna all’istituzione di un marchio “sloot-free Comune di Cassino” da affiggere all’esterno di tutti gli esercizi pubblici che al loro interno non dispongono di slot machine.
  4. Il Consiglio Comunale si impegna, anche in collaborazione con associazioni del territorio, ad effettuare apposite campagne di sensibilizzazione inerenti la tematica del gioco d’azzardo.

Con questa iniziativa non si fa altro che chiedere di recepire le leggi nazionali e regionali sul gioco d’azzardo.

Staremo a a vedere quali sono le idee in merito di questa amministrazione.

Se vuoi vedere l’intera istanza clicca qui.

Un grande grazie lo invio a tutte le persone che ci hanno supportato per raggiungere questo obiettivo. 🙂

 

N.B. Ai sensi della legge sul diritto d’autore (L. 22 aprile 1942 n. 633) si fa espresso divieto di riproduzione dei contenuti del presente articolo da parte di terzi senza citare la fonte.

Lascia un commento