Manifestiamo uniti perché l’acqua deve tornare pubblica

Alessio Carlino M5s – Cassino – Un appello a tutti i cittadini, manifestiamo uniti perché l’acqua deve tornare pubblica.

Da qualche mese a questa parte gli abitanti del centro città stanno iniziando a ricevere le bollette di Acea (quelli delle periferie le ricevono da anni ormai) che sono esageratamente più care di quelle che arrivavano prima con alla gestione pubblica dell’acqua che era a cura del Comune e che in totale ogni anno ammontavano a circa 120 €.

[pullquote][/pullquote]

[pullquote][/pullquote]

Per portare il mio esempio di cittadino che vive in un appartamento del centro città posso dire che ad oggi me ne sono arrivate già due di cui la prima, che fa riferimento al trimestre 01/07/2017 – 31/10/2017, di euro 116,88 e la seconda, trimestre 01/11/2017 – 01/03/2018, di euro 139,56.

Quindi ad oggi, vivendo da solo, sono già a euro 256,44!

Posso anche portare l’esempio della mia famiglia composta da quattro persone che, vivendo in una casa della periferia di Cassino, è costretta a pagare ogni anno circa 780 euro.

È quindi ormai evidente il disagio che stanno provando tanti abitanti di Cassino a proposito di questa difficile situazione in cui volutamente ci hanno portato alcuni politici senza scrupoli, anche locali, che hanno barattato il loro tornaconto personale (posti di lavoro e posizioni di rilievo) a discapito di tutti i cittadini.

Infatti sono nati spontaneamente alcuni comitati pro acqua pubblica che cercano di fare il possibile per trovare qualche soluzione. E a mio giudizio è lodevole l’impegno profuso da alcuni di questi gruppi che quotidianamente dedicano tempo e tentano di agevolare chi proprio non ce la fa a pagare queste cifre assurde.

Sia personalmente che come attivista del Movimento 5 stelle, già candidato a Consigliere Regionale del Lazio alle scorse elezioni del 4 marzo 2018, sono per la gestione pubblica dell’acqua in quanto è un bene primario necessario alla vita dell’essere umano.

[pullquote][/pullquote]

Chiedo quindi a tutti gli attivisti ed ai simpatizzanti della mia parte politica, da sempre schierata per l’acqua pubblica, che a Cassino nell’ultima tornata elettorale ha raggiunto più del 40% dei consensi, di continuare a scendere in piazza sempre più numerosi per manifestare e far sentire la propria voce.

Lo stesso invito lo rivolgo anche a tutti gli altri perché penso che l’unione faccia la forza.

Forse insieme su può!

Lascia un commento