Quando il gioco si fa duro è tempo di andare a votare

Mancherebbero circa 8 mesi per arrivare a fine legislatura…ma allora perché andare al voto anticipato?

Proprio quando si arriva alle caselle decisive chiamare anzitempo il voto e rimandare un’altra volta tutto a dopo è la soluzione giusta che ci viene prospettata da ormai tanto, troppo tempo.

Manovra, aumento dell’iva, debito, banche, occupazione, Europa, legge di bilancio, economia reale… Si tutti argomenti che sembrava si stessero lì lì per affrontare.

Invece tutto d’un tratto irrompe repentinamente, quasi a reti unificate, l’ipotesi voto. Chi si è detto dall’inizio peste e corna oggi sembra andare a braccetto e si accorda per “scrivere insieme le regole del gioco”.

La realtà è che votare in autunno significherebbe rimandare alla soluzione dei problemi a primavera 2018.

Gli stessi politici che potrebbero affrontare adesso i problemi fermano tutto e chiedono ai cittadini la fiducia per affrontarli dopo.

Insomma quando il gioco si fa duro è tempo di votare.

Lascia un commento